Il tumore del cavo orale colpisce le cellule epiteliali della bocca, e tende a svilupparsi sulla lingua, sulla mucosa delle guance, sul pavimento della bocca, e sull’orofaringe e le tonsille.

“In Italia rappresenta il 5% dei tumori nell’uomo e l’1% nella donna, ma la sua incidenza complessiva è in aumento, così come il tasso di mortalità. In Italia, ogni anno si registrano oltre 8.000 nuovi casi con una mortalità, a 5 anni dalla diagnosi, di oltre il 39%. Per quanto riguarda le fasce di età, i tumori testa collo rappresentano il 5% dei tumori giovanili negli uomini e nella fascia 50-69 (dove sono la quinta neoplasia presente) e il 3% negli uomini ultrasettantenni, mentre nelle donne sono l’1% in tutte le fasce d’età.” [I numeri del cancro in Italia – edizione 2018 by AIOM e AIRTUM.]

Studio Dentistico Oriolo | Ostia Lido | Tumore Orale | Fattori Di Rischio Protesi Incongrue

Fattori di rischio del Tumore del Cavo Orale

I fattori di rischio del tumore del cavo orale sono molteplici e quasi tutti eliminabili dalle nostre abitudini di vita, a partire dal vizio del fumo e dall’abuso di alcolici. Il fumo è ritenuto il responsabile del 75% dei casi di cancro orale; mentre la combinazione di fumo e abuso di alcolici fa aumentare di ben 15 volte la possibilità dell’insorgenza di questo tumore.

Meno conosciuta al livello del cavo orale, ma tristemente frequente, è l’infezione da HPV (Papilloma virus), che rientra nelle malattie sessualmente trasmissibili. L’infezione da HPV, come ben si sa, è la causa del carcinoma del collo dell’utero. Con lo stesso meccanismo è responsabile anche del carcinoma orale. L’infezione da HPV è asintomatica e, per questo, molto pericolosa; e si trasmette tramite rapporti orali non protetti con un soggetto infetto.

Una dieta sbilanciata, povera in frutta e verdure, che con le loro vitamine e minerali, che aiutano a rinforzare il nostro sistema immunitario, e povera in ferro, acido folico e vitamina B12, sono altri fattori di rischio del tumore del cavo orale.

L’eccessiva esposizione al sole, senza protezione solare, è causa, oltre che del tumore della pelle, anche del carcinoma del labbro.

Le protesi dentali incongrue o la presenza di denti rotti o scheggiati, che causano continui microtraumi che irritano e infiammano la mucosa orale. Questi fattori irritanti, associati ad una igiene orale insufficiente, possono portare all’insorgenza del tumore del cavo orale.

Con l’avanzare dell’età, la mucosa orale perde alcune proprietà difensive verso stimoli esterni dannosi, e soprattutto dopo i 45 anni diventa un fattore di rischio per l’insorgenza del tumore del cavo orale.

Studio Dentistico Oriolo | Ostia Lido | Tumore Orale | Fattori Di Rischio HPV

Il Dentista e il Paziente Oncologico

Radioterapia, chemioterapia, soprattutto per tumori del distretto testa-collo, e trattamenti con bifosfonati (per la cura di osteoporosi, malattia di Paget, metastasi ossee e mieloma multiplo) possono causare problematiche nel cavo orale.

Le visite periodiche e le cure dentistiche essenziali diventano molto utili per proteggere denti e gengive dalle problematiche create dal calo delle difese immunitarie dato dalle terapie oncologiche o dalla fragilità ossea data dai trattamenti con bifosfonati.

L’ANDI, secondo le indicazioni delle linee guida nazionali e internazionali, consiglia di seguire alcuni accorgimenti, per quanto riguarda i pazienti oncologici:

Prima della chemioterapia:

  • recarsi dal dentista almeno un paio di settimane prima dell’inizio della terapia oncologica, per fare un controllo generale e curare preventivamente possibili carie o ascessi e per verificare eventuali protesi, soprattutto se removibili (totali e parziali).

Durante la chemioterapia

  • rimandare interventi non indispensabili e comunque informare il proprio dentista delle cure in corso e valutare con lui le terapie più adatte;
  • curare con particolare attenzione l’igiene orale avvalendosi di appositi collutori antisettici e analgesici;
  • esigere che venga attivata una collaborazione e comunicazione tra oncologo e dentista di fiducia;
  • chiedere istruzioni al proprio dentista per l’adozione di adeguati regimi alimentari.

Dopo la chemioterapia:

  • programmare visite periodiche di controllo e igiene orale;
  • evitare interventi importanti per i 6 mesi successivi alle terapie oncologiche.
Studio Dentistico Oriolo | Ostia Lido | Tumore Orale | Fattori Di Rischio Fumo
Studio Dentistico Oriolo | Ostia Lido | Tumore Orale | Prevenzione Alimentazione

La Prevenzione del Tumore Orale

Anche quest’anno, si terrà l’Oral Cancer Day, che nasce nel 2007 su iniziativa dell’ANDI (Associazione Nazionale Dentisti Italiani), come campagna di sensibilizzazione, con l’obiettivo di promuovere la salute orale.

Nelle giornate dedicate alla prevenzione del tumore del cavo orale, numerosi dentisti faranno opera di volontariato, con visite gratuite di screening presso i propri studi, per aiutare a prevenire e a combattere questa tremenda malattia.

Il nostro Studio, come associato ANDI, parteciperà attivamente a questa iniziativa fornendo la possibilità di prenotare uno screening totalmente gratuito per la prevenzione del tumore del cavo orale.

“La visita comprende un check su gengive, lingua e tessuti molli della bocca, ma consente anche di capire come effettuare l’autoesame e possedere quindi tutte le informazioni utili per difendersi dal tumore del cavo orale.” [dal sito ANDI]

Se vuoi prenotare uno screening di prevenzione, contattaci e ti fisseremo un appuntamento per una visita accurata.

Se vuoi saperne di più e per cercare i dentisti aderenti all’iniziativa nella tua zona, visita il sito www.oralcancerday.it